Pubblicazione di dati fiscali aggregati sui siti web dei comuni

New Toy - by Archie4oz on Flickr - CC BY 2.0

La recente conversione del decreto legge 138/2011 pare aprire la strada verso la pubblicazione sui siti internet comunali di dati aggregati relativi alle dichiarazioni dei redditi di determinate categorie di contribuenti.

Il decreto legge 13 agosto 2011, n. 138, recante ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo, convertito dalla legge n. 148 del 14 settembre 2011 (Gazzetta Ufficiale, serie generale, n. 216 del 16 settembre 2011), prevede infatti, all'art. 12 ter lett. e), l'aggiunta di un comma conclusivo all'interno dell'art. 44 (Partecipazione dei comuni all'accertamento) del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, Disposizioni comuni in materia di accertamento delle imposte sui redditi.

Il comma aggiuntivo prevede che: "Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell'economia e delle finanze, d'intesa con la Conferenza Stato-Città ed autonomie locali, sono stabiliti criteri e modalità per la pubblicazione, sul sito del comune, dei dati aggregati relativi alle dichiarazioni di cui al comma secondo, con riferimento a determinate categorie di contribuenti ovvero di reddito. Con il medesimo decreto sono altresì individuati gli ulteriori dati che l'Agenzia delle entrate mette a disposizione dei comuni e dei consigli tributari per favorire la partecipazione all'attività di accertamento, nonché le modalità di trasmissione idonee a garantire la necessaria riservatezza".

Per ulteriori approfondimenti: Prime note sull’ipotesi di pubblicità on-line dei dati reddituali.